La parola di Dio venne su Giovanni

2a domenica avvento cDurante l’impero di Tiberio, di cui, all’inizio del Vangelo di questa seconda domenica di Avvento, vengono ricordati i suoi subalterni che esercitano il potere sulla Terra Santa, si verifica un evento che ha la stessa importanza storica e che merita di essere annoverato tra gli annali: “la parola di Dio venne su Giovanni” (Lc 3,2). Tutto ciò che Giovanni dice e fa deriva dall’accoglienza della Parola, ed egli invita tutti a fare lo stesso. A partire da uno solo il contagio raggiunge tutti: non è una malattia, è un contagio che risana. Le vie tortuose cominciano a raddrizzarsi. La Parola non agisce da sola, in maniera magica e automatica: si innesta nella vita degli uomini e delle donne del popolo di Dio, e dall’interno li trasforma. Noi che nella nostra vita abbiamo già accolto Gesù dobbiamo continuamente riconoscere l’importanza di rifare lo stesso percorso di purificazione e accoglienza proposto da Giovanni. Questo perché siamo sempre tentati di ricadere nell’assuefazione di una fede dichiarata ma insignificante.

Professione perpetua di sr M. Adelina

invito alla P. Perp. Sr M. Adelina

Tempo di misericordia, tempo di salvezza

tempo avventoMostraci, Signore, la tua misericordia e donaci la tua salvezza: il Canto al Vangelo di questa prima domenica di avvento riassume in sé tutto il senso di attesa che è il vero protagonista di questo tempo liturgico. Attesa dell’amore di Dio che nel prendere forma umana inaugura un tempo di salvezza per tutti. 

In questo tempo forte conosceremo coloro che con fiducia hanno atteso il tempo della venuta del Signore Gesù e che ci precedono e ci guidano, con il loro esempio e le loro parole, su questa strada: Isaia, Zaccaria, Elisabetta, Maria, Giuseppe, Giovanni il Battista, tutti testimoni preziosi che incontreremo nelle letture durante la liturgia delle prossime settimane.

Intanto il Vangelo di questa domenica, come di consueto, ci parla della prossima venuta del Signore quando davvero mostrerà a tutti la sua misericordia e la sua salvezza, ma nell’attesa Gesù lancia un’esortazione che l’evangelista Luca riporta e che è il primo passo, il cardine, per entrare in questo tempo di Avvento: Vegliate in ogni momento pregando.

Giornata giovani a Viareggio

caccia tesoro

Festa del 3 novembre

arazzoPer un cristiano non è possibile pensare alla propria missione sulla terra senza concepirla come un cammino di santità, perché «questa infatti è volontà di Dio, la vostra santificazione» (1 Ts 4,3). Ogni santo è una missione; è un progetto del Padre per riflettere e incarnare, in un momento determinato della storia, un aspetto del Vangelo. (Francesco, Gaudete et exsultate, 19)

 

Dopo la festa di Tutti i Santi, celebriamo la festa della Beata Margherita Caiani nel giorno del suo battesimo, il 3 novembre, data di inizio, come per ognuno di noi, del suo cammino di santità. 

Il 3 novembre sarà aperta tutto il giorno la cappella di fondazione dell’Istituto. Alle ore 17, nella chiesa parrocchiale di Poggio a Caiano, si terrà la preghiera dei vespri, quindi alle 17.30 la celebrazione eucaristica presieduta da Padre Michele Pini, parroco di Chiusi della Verna.

 

Sostegno

banner iuniores

Vocazioni

rivista

Rivista

Contatti

ITALIA
Via Giuliano da Sangallo, 2
59016 Poggio a Caiano (PO)
+39 055 87775210

 

EGITTO
Street 7 n. 30
El Maadi Cairo
+20 223588422

ISRAELE
St. Catherine's  - Franciscan Monastery
P.O.B. 588, 91001 Jerusalem
+970 22776172

BRASILE
Rua Montagna, 2679  Bairro Areias
64027.672 Teresina
+55 8632270724

SRI-LANKA
1/13 Tudella   Ja-Ela
+94 112232403