“… E camminava con loro”

Con questo slogan, che ci richiama l’esperienza dei discepoli di Emmaus, abbiamo partecipato, per 15 giorni, alla Missione Popolare di Casatenovo (Brianza), nella Comunità Pastorale di Maria Regina di tutti i Santi, composta da 5 Parrocchie in un territorio molto esteso.

La Missione, diretta dai Frati Minori di Milano, ha visto impegnati 14 Frati provenienti dalla Liguria e dal Trentino e 8 Suore di 4 diverse Congregazioni.

È stata un’esperienza faticosa, complessa, ma spiritualmente arricchente.

La presenza costante, nella nostra quotidianità, di Gesù, che riscaldava il nostro cuore mentre ci parlava, ci dava la capacità di donare agli altri il dono ricevuto.

Dall’Eucaristia, abbiamo attinto, ogni giorno, energie nuove, per ripartire cariche di gioia e di entusiasmo, per la Missione da compiere.

Al Signore e a Maria regina di tutti i Santi la nostra lode riconoscente.

 

Suor Luigia e Suor Cristiana.

Sacro Cuore a Genova

Una gioiosa festa si è celebrata nel nostro giardino in onore del Cuore di Gesù coronata da una concelebrazione e tanta gente: parrocchiani, amici, ex allieve, ospiti.

Con attenzione hanno accolto la parola che Mons. Paolo Rigon ha rivolto, parola incisiva ed amica  per la Cconoscenza e l’affetto che nutre verso il nostro Istituto  e questa Casa di Ospitalità. Ci ha introdotto nel Cuore di Cristo con il commento della parabola evangelica della pecorella smarrita e la lettura tratta dal Profeta Ezechiele.

Il Cuore di Cristo è il luogo dove l'amore del Padre per l’uomo pulsa e si rende manifesto.

Il fianco è aperto, la porta è spalancata non restiamo fuori, entriamo nell’intelligenza dell’amore del Padre che in Cristo è venuto a cercarci. Dal costato di Cristo si effondono sangue e acqua, ”perché noi tutti, attirati dal cuore del Salvatore, attingessimo con gioia alla fonte perenne della salvezza”.  

Che sia per noi un dialogo di amore dal suo al nostro cuore, in ogni istante, in ogni nostra giornata!

150° a Porlezza

Grande e sentita partecipazione, domenica 2 giugno, festa del Corpus Domini, alla celebrazione del 150° anniversario di nascita della beata Madre Maria Margherita Caiani (proclamata beata da papa Giovanni Paolo II il 23 aprile 1989), fondatrice dell’Istituto delle Suore Minime del Sacro Cuore. Nel bel giardino della Casa di riposo Lina Erba, diretta dalle suore di Madre Caiani, anche il bel tempo, finalmente con una giornata primaverile, ha voluto partecipare. La Messa solenne, è stata celebrata dal prevosto don Angelo Viganò, concelebranti don Michele e don Aurelio.

Con molta incisività il parroco ha evidenziato la stretta consonanza delle parole di Gesù agli apostoli, trovatisi in grossa difficoltà per sentirsi responsabili di dover sfamare più di cinquemila persone nel deserto, con l’attività quotidiana delle nostre Suore. “Dategli voi stessi da mangiare”. Maestro, stai scherzando?!, avran pensato i suoi amici: “Non abbiamo che cinque pani e due pesci…”. “Bene, fateli sedere e distribuite“. E comincia la distribuzione. Alla fine del tutto… sono avanzate circa 12 ceste di pane.

Le suore di madre Caiani sono una presenza preziosa a Porlezza. Sono le mediatrici, le distributrici di quel buon “pane” dell'assistenza ai malati e agli anziani, una classe che, purtroppo, alla società non serve più perché... non produce. Porlezza è da invidiare, perché tanti paesi non le hanno più le suore e si rammaricano di averle perdute, perché esse sono quelle madri  che “abbracciano tutti e tutte, specialmente le persone che si sentono sole, escluse, aride, le periferie esistenziali del cuore umano”: è il ritratto che papa Francesco fa di queste buone madri dal cuore sconfinato. Solo le suore hanno la virtù e il carisma per assistere con premura materna gli avanzi dell'esistenza umana. E’ lo spirito ereditato da Madre Caiani che anima le nostre care Suore, che mai ringrazieremo abbastanza per quanto fanno nella nostra comunità.

 A Porlezza le Minime del Sacro Cuore sono presenti dall’ottobre 1961, arrivate per iniziativa del prevosto don Giovan Battista Freggi e il patrocinio dell’illustre porlezzese mons. Ennio Bernasconi (1891-1959), Abate di S. Ambrogio e ricostruttore della gloriosa basilica milanese distrutta dalla guerra. La prima sede della "Casa di riposo Lina Erba" era in via Prati, nell'edificio che fa angolo con la statale via Ceresio. In seguito, l'Istituto di madre Caiani acquistò dalle suore Orsoline la proprietà dove queste gestivano il prestigioso e rinomato collegio femminile S. Carlo. Il Collegio fu demolito (rimane solo la parte originale rappresentato dalla residenza delle suore) e venne costruita la grande "Casa" attuale, dove oggi risiedono 70 ospiti, premurosamente assistiti. L'attuale casa di riposo che affaccia sul Lungolago Matteotti iniziò la sua attività il 20 aprile 1977. 

Mons. Bernasconi, una delle più insigni figure del clero lombardo del primo Novecento (oltre al titolo di Abate aveva anche quello di Conte di Civenna, Limonta e Campione d'Italia), venne sepolto a Porlezza nella tomba di famiglia. In seguito alla richiesta del Capitolo della basilica di S. Ambrogio, venne trasportato e inumato nella basilica milanese (23 giugno 1967), dove ora riposa, a fianco di Marcellina, sorella del santo patrono di Milano. Porlezza può considerarlo, giustamente, un suo grande benemerito: al suo fattivo interessamento dobbiamo la presenza a Porlezza dell’Istituto di Madre Caiani.

Vitale Scanu

FESTA DEL SACRO CUORE A GENOVA

Presso L’Istituto Sacro Cuore, Via Redipuglia 75 Genova tel. 010/387472

Triduo di preparazione:

martedì 4/ mercoledì 5/ giovedì 6 giugno ore 17,30: recita di Vespri

ore 18: Santa Messa con Omelia

7 Giugno Solennità del Sacro Cuore

_ Ore 7,00 Santa Messa celebrata da don Vincenzo De Pascale;

_ Ore 9/12 Adorazione Eucaristica ;

_ Ore 17,30 Vespri solenni;

_ Ore 18 Santa Messa presieduta da Mons. Paolo Rigon e concelebrata dai sacerdoti del Vicariato

Al termine , un momento di condivisione fraterna, offerto dall’istituto Sacro Cuore.

Gioia da vivere

Domenica 28 aprile la giornata giovani nell’anno giubilare del 150° di nascita della Beata M. Margherita Caiani. Tutto è stato vissuto nella parrocchia Santa Rita di Viareggio dove la comunità religiosa delle Minime collabora con Don Luigi e a pieno ritmo nelle diverse e variegate attività pastorali. Tante le presenze di giovani e meno giovani che si sono lasciati benevolmente coinvolgere dalla gioia da vivere.

Una giornata che voleva mettere in risalto la gioia del vivere cristiano e così dopo un’animata accoglienza preparata da seminaristi e giovani si è passati al Workshop in cui 6 viaggiatori ci hanno testimoniato il loro incontro con Gesù che cambiando la direzione delle loro vite ha improntato le differenti scelte di lavoro, di impegno nella Chiesa, di presenza nella famiglia, di stati di vita.

Abbiamo poi partecipato alla Messa, presieduta da Don Luigi che nell’omelia ha sottolineato di nuovo il valore dell’identità cristiana che ci deve contraddistinguere e di cui dobbiamo responsabilmente essere testimoni credibili con le parole, ma soprattutto con le nostre scelte quotidiane di vita.

Apericena preparata deliziosamente da alcuni volontari e a seguire l’esperienza della fraternità in cui fare insieme è più bello… tutto attraverso giochi. Preghiera finale e benedizione sulle nostre persone, sulla giornata vissuta insieme perché il ritrovo cristiano sia sempre evidenza che la vera e piena gioia ha la sua unica radice in Gesù Cristo!

Lasciarono ogni cosa per seguire il Maestro...

Dietro il maestro Gesù ci siamo messi in cammino anche noi come i discepoli.

Da venerdì 19 aprile fino a domenica 21 abbiamo trascorso nella Casa di preghiera di Chiusi della Verna una tre giorni all'insegna della metafora del cammino. Ci siamo incontrati con Abramo che parte dalla sua terra su invito di Dio; grazie a Fra Michele abbiamo poi incontrato i discepoli sul mare di Galilea che seguendo Gesù diventano pescatori ma di uomini; abbiamo camminato fino al monte Penna sulla scia di Francesco e dei suoi importanti incontri della vita.

Abbiamo camminato, siamo saliti sul monte, luogo dell'incontro, per poter ri-scendere alle nostre attività quotidiane con la gioia di chi fatica a camminare dietro all'unico Maestro!

 

Sostegno

banner iuniores

Vocazioni

rivista

Rivista

Contatti

ITALIA
Via Giuliano da Sangallo, 2
59016 Poggio a Caiano (PO)
+39 055 87775210

 

EGITTO
Street 7 n. 30
El Maadi Cairo
+20 223588422

ISRAELE
St. Catherine's  - Franciscan Monastery
P.O.B. 588, 91001 Jerusalem
+970 22776172

BRASILE
Rua Montagna, 2679  Bairro Areias
64027.672 Teresina
+55 8632270724

SRI-LANKA
1/13 Tudella   Ja-Ela
+94 112232403