La GMG di Rio… a Viareggio

Le Diocesi di Pisa, Massa, Volterra e Livorno, nella Parrocchia della Migliarina, sabato 27 luglio u. s., hanno vissuto la serata di festa, la veglia in collegamento con Rio e la celebrazione finale.

L’obiettivo dell’incontro era quello di prendere coscienza della bellezza dell’annuncio ricevuto e della chiamata ad essere missionari: “Andate”

Il gruppo delle giovani in formazione, formato da cinque iuniori di cui due egiziane e due brasiliane, dalla novizia e dalla postulante, hanno partecipato con entusiasmo a questa esperienza di Chiesa, in comunione con le due sorelle italiane e le due brasiliane presenti a Rio.

Ottima l’organizzazione, vivace la partecipazione, carico di speranza il futuro!

MI FIDO DI TE

Dal 4 al 7 luglio abbiamo avuto la gioia e la grazia di partecipare al pellegrinaggio alla tomba di Pietro che nell’anno della fede è stato organizzato per seminaristi novizi/e e di quanti sono in ricerca vocazionale.

Un pellegrinaggio che ha visto riuniti circa seimila giovani che stanno scommettendo la totalità della loro vita con Gesù, il Risorto che ha avuto l’audacia ed il coraggio di chiamarci, fidandosi di noi, come ci ha ricordato Papa Francesco.

Un pellegrinaggio che ci ha riuniti in preghiera, in riflessioni, in catechesi, in momenti di feste e di testimonianze, in cammino alle chiese delle città, in un vivo incontro con Papa Francesco, che ha visto il suo culmine nella Celebrazione Eucaristica, da lui stessa presieduta nella Basilica di San Pietro.

Un pellegrinaggio che nel cuore e negli occhi ha reso evidente la comunione del popolo di Dio, nella sua specifica identità, ma nell’unica appartenenza alla Chiesa.

Una Chiesa missionaria, ha detto Papa Francesco, è il mio desiderio, perché capace nei suoi singoli membri di uscire da sé per incontrare Gesù Cristo, uscire da sé per andare a portare l’amore e la misericordia divina a tutti gli uomini, ma in particolare ai poveri e agli emarginati.

Che il Signore ci conceda luce e forza affinchè anche noi possiamo contribuire all’edificazione del Regno nella bellezza della Chiesa sua sposa!

In amicizia

Lunedì 1 luglio, per nostra grande gioia, le giovani in formazione delle Carmelitane di Santa Teresa di Firenze sono salite alla Verna per vivere insieme una giornata di amicizia all’aria aperta. Siamo salite attraverso il bosco delle fate per raggiungere, dopo l’ovvia visita al Santuario, la cima del monte Penna dove abbiamo consumato i nostri gustosi panini.

Ridiscese per la Processione delle Stimmate, abbiamo poi partecipato alla S. Messa nella omonima cappella dove abbiamo sperimentato la veridicità dell’esperienza di conformazione di Francesco.

È stata per tutte una giornata di amicizia nel Signore anche attraverso le meraviglie del creato.

Vola solo chi osa farlo

Con lo spettacolo presso il Circolo Ambra di Poggio a Caiano, si conclude oggi, venerdì 28 giugno, l'oratorio estivo della parrocchia. Vola solo chi osa farlo questo il titolo che ha impegnato per due settimane oltre 120 bambini della zona intorno a Poggio a Caiano.

Dal testo La gabbianella e il gatto gli animatori si sono cimentati nel produrre preghiere, riflessioni e giochi che al mattino hanno allegramente coinvolto tutti i partecipanti nel giardino della Casa Madre, per spostarsi poi per il pranzo e il pomeriggio nei locali della Parrocchia dove i ragazzi hanno svolto le lezioni estive della scuola e hanno praparato per intero lo spettacolo che stasera vedrà il gran finale di questo stupendo oratorio!

La vita che rinasce dall'acqua e dallo Spirito

Lunedi 27 maggio, nella cappella privata della sede pistoiese delle Suore Francescane Minime del Sacro Cuore, in via Nazario Sauro..., è avvenuto il miracolo più grande di tutti, quello invisibile, forse, agli occhi del corpo, ma splendente, vivo e meraviglioso agli occhi del cuore. Una bambina, dolcissima e innocente come lo si può essere solo a due anni, è rinata dall'acqua e dallo Spirito Santo tramite il Sacramento del Battesimo, che il Presidente dell'Associazione "Istituto Pelagia Romoli" onlus, nonchè vicario vescovile, don Paolo Palazzi, ha amministrato con emozione e devozione alla presenza dei familiari della bambina, delle operatrici di struttura, delle volontarie e degli amici più vicini alla madre della piccola.

Le suore minime francescane, come madri premurose, hanno stretto tutti i presenti nell'abbraccio accogliente della loro casa, facendoli accostare al fonte battesimale in devoto ed intimo raccoglimento.

In questa società spesso alla deriva, che si rende preda di inutili sofferenze e schiava di gioghi evitabili, le occasioni in cui la Misericordia di Dio ci regala vita vera, la Vita Eterna, senza nulla chiedere in cambio se non il nostro amore, meritano di essere festeggiate e di imprimersi nel nostro cuore.

Per questo diciamo: tanti auguri, cara Romina, per la tua seconda nascita!

Gli appartenenti tutti all'Associazione "Istituto Pelagia Romoli" onlus 

Raccontaci Madre Caiani

15 giugno 2013: è arrivata l’estate... quasi, e oggi è un giorno speciale per tutti noi della R.S.A. San Giuseppe di San Casciano.

Nel primo pomeriggio ci siamo organizzati con i pulmini dell'Auser e della Misericordia locali per raggiungere con dodici nostri ospiti e alcune suore, la Casa Madre delle Minime del Sacro Cuore. Non è una semplice visita. Altri anziani della R.S.A. di Bonistallo, altri operatori e tante suore di Poggio a Caiano, con la Madre Generale e la Vicaria, ci attendono per celebrare insieme una ricorrenza particolare: i 150 anni di nascita della loro Fondatrice. L'accoglienza delle Minime è gioiosa e sincera, oggi come ogni altra volta che ci siamo affacciati a Casa Madre, e ci regala la certezza che, se anche le persone possono non essere più con noi, non così è del loro spirito. La Madre Margherita, infatti, abita con tutta la sua presenza quest'atmosfera così festosa.

Ci sono tanti modi per raccontare la storia di qualcuno che non vogliamo e non possiamo dimenticare: possiamo usare la musica, il canto, la poesia, le immagini o provare a rappresentarne frammenti di vita in semplici scenette. Infatti, dieci anziani del nostro istituto si sono preparati negli ultimi due mesi; il risultato è un pout pourri di dialoghi, conditi di battute in vernacolo toscano e musica, per raccontare i tratti salienti di questa donna semplicemente straordinaria, per riportare in vita i suoi sogni diventati realtà.

Facile raccontare l'enorme vitalità di Marianna quando la voce non trema e si è giovani, brillanti e forti. Diverso è desiderare di raccontare una cosa tanto importante nonostante il fiato corto, la memoria che può fare cilecca, i dolori che ti portano altrove con la mente, il tuo corpo imprigionato in una carrozzella... Eppure, alla fine, è proprio questo che sembra donare al ricordo della Madre maggior intensità e verità. E' questo che ce la fa sentire presente perché, nel guardare i nostri anziani impegnati mentre leggono, recitano e cantano, ci viene restituito il suo sguardo, l'esigenza di spingere la capacità di amare e di comprendere oltre. Attraverso il modo in cui ci offrono il ricordo di Marianna, ci incoraggiano a credere che davvero sia possibile fare e dare qualcosa di più, che quello "straordinario" da lei vissuto in modo tanto semplice, sia alla portata di tutti. Basta solo cercarlo un po' e accettare di viverlo con gratitudine e stupore.

Al ritorno in Casa di Riposo la nostra magnifica dozzina è stanca, ma nessuno si lamenta e tutti appaiono davvero soddisfatti: hanno partecipato a qualcosa di bello, lo hanno fatto dando il contributo pgrande.

Ci sono tanti modi di raccontare storie. Possiamo farlo anche attraverso degli oggetti rappresentativi e rievocativi delle vicende vissute dalla Madre Margherita. Per questo stiamo preparando un numero speciale del “Gazzettino del Grillo Parlante” nel quale gli anziani tenteranno di confrontarsi con lei attraverso questi oggetti e, alla stregua di una caccia al tesoro, di mettersi alla ricerca dei valori comuni e delle esperienze simili di vita vissuta, per estrarre nuove perle preziose di bellezza e semplicità da offrire a tutti noi, per continuare a stupirci e a insegnarci, finché avranno vita.

Sabrina

Sostegno

banner iuniores

Vocazioni

rivista

Rivista

Contatti

ITALIA
Via Giuliano da Sangallo, 2
59016 Poggio a Caiano (PO)
+39 055 87775210

 

EGITTO
Street 7 n. 30
El Maadi Cairo
+20 223588422

ISRAELE
St. Catherine's  - Franciscan Monastery
P.O.B. 588, 91001 Jerusalem
+970 22776172

BRASILE
Rua Montagna, 2679  Bairro Areias
64027.672 Teresina
+55 8632270724

SRI-LANKA
1/13 Tudella   Ja-Ela
+94 112232403