Fratellanza cristiana musulmana

In una scuola media statale di Esna – Luxor, un’insegnante musulmana ha ricevuto il premio Insegnante Ideale facendo una ricerca sociale nei luoghi in cui si compiono opere di carità. La commissione è venuta a visitare il nostro convento, domenica 17 marzo, passando per la scuola materna, l’asilo nido, il dispensario e la casa di accoglienza per bambine.

 Questa la testimonianza che hanno lasciato:

Ancora nel mondo c’è il bene e chi con il bene cerca di far felice gli altri.

Abbiamo trovato questo ideale che si incarna e si realizza nel convento delle Suore Minime del S. Cuore che fonda tutto il suo operare su questo sublime insegnamento spirituale.

Vediamo queste persone che assomigliano ad un uccello misericordioso che vola nel cielo della società con le ali piene di pietà e tenerezza, stendendo le mani ai bisognosi, ai deboli e ai sofferenti .

In questo luogo abbiamo trovato un spirito sollecito e un cuore che batte, pieno di religiosa vitalità, uno spirito puro, casto che si allontana da ogni fanatismo di religione, razza o colore....

Abbiamo toccato anche la bellezza e la pulizia dell'ambiente.

L'amore di Dio che si incarna nelle sue creature, il rapporto buono con tutti, nella fedeltà al culto e la pazienza e l'esattezza nel lavoro.

Non aspettano nessuna ricompensa se non da Dio.

Abbiamo visitato l'orfanotrofio, l'asilo nido, la scuola materna e il dispensario dove operano le suore con amore, entusiasmo servendo l'uomo in tutte le sue necessità.

Vogliamo offrire il nostro sincero ringraziamento all’Istituto Sacro Cuore chiedendo al Dio unico di aiutare tutte le sue membra a compiere la loro missione e sostenere il loro sforzo per il bene delle anime.

Mahmoud Abdul Khaliq

(Insegnante di lingua araba e religione musulmana nella scuola media statale di Esna)

 

Anche un insegnante cristiano ha lasciato un messaggio di ringraziamento:

A voi carissime sorelle, Suore Minime del S. Cuore, un profondo ringraziamento per la vostra bella accoglienza riservataci nella visita al vostro convento che porta avanti, nelle varie attività svolte dalle suore, opere sociali molto importanti. Oltre alla parte religiosa, è una testimonianza vera e viva per tutta la popolazione di Esna, ma è per me cristiano, anche un onore nei confronti dei miei colleghi musulmani, come pure per tutti gli arabi dei paesi arabi musulmani .

Chiedo al Signore della Gloria di sostenervi in tutto il bene che fate .

Farid Eshak el Fangari

(insegnante di lingua inglese nella scuola statale ad Esna)

Saluto di Papa Francesco al Papa Tawadros II

A sua santità Tawadros II Papa di Alessandria e Patriarca della Chiesa Copta Ortodossa e sede di S. Marco

“Grazie a voi e pace da Dio padre e Signore nostro Gesù Cristo” (Rm 1,7)

Dopo essere stato scelto come Vescovo di Roma e pastore della Chiesa Cattolica،vi saluto con queste parole di S. Paolo apostolo e vi annunzio l’inizio ufficiale del mio Pontificato il 19 marzo 2013.

Ripongo tutta la mia fiducia nella guida dello Spirito Santo per il mio servizio come successore di Pietro e servo dei servi di Dio e vi chiedo, con cordialità, di pregare per me.

Vi porgo un abbraccio fraterno nel nome del Signore Gesù Cristo nostro Salvatore.

Dal Vaticano, 13/3/2013

Papa Francesco

Taudros II a Papa Francesco

Un augurio di riconoscenza e collaborazione quello che Taudros II, Papa della chiesa Copta Ortodossa,  ha inviato a Papa Francesco. Così ha scritto:

Abbiamo appreso con tanta gioia la notizia che il Signore ha scelto sua santita' come nuovo Pontefice e succesore di S. Pietro. Lavoriamo insieme nella vigna del Signore per la gloria di Dio. Che il Signore costudisca la Chiesa Cattolica.

A nome della Chiesa Ortodossa gli faccio tanti auguri di buona salute e lunghi anni per la crescita della santa Chiesa Cattolica.

A nome del Concilio della Chiesa Ortodossa chiedo sue preghiere che le accetto come da un caro e vero fratello.

Taudros II, Papa della chiesa Copta ortodossa, sede di S. Marco. 

Intronizzazione del Patriarca copto cattolico Ibrahim Sidrak

Martedì 12 marzo 2013 nella Cattedrale della Santa Vergine al Cairo si è celebrata la liturgia d'inizio ministero patriarcale di Sua Beatitudine Ibrahim Isaac Sidrak durante la quale gli sono stati consegnati i simboli propri della sua investitura quali: la lettera della Comunione apostolica, la Croce, l’abito e la Corona del patriarcato. Durante la sua omelia, il Patriarca Ibrahim ha commentato la frase tratta dalla seconda Lettera di San Paolo ai Corinzi da lui scelta come motto patriarcale: “Dio ha affidato a noi il ministero della riconciliazione”. Nel momento conflittuale che sta attraversando l'Egitto e il mondo intero – ha sottolineato Sua Beatitudine Sidrak – c'è bisogno di persone che lavorino per la riconciliazione e per il bene della società.

Alla liturgia d'intronizzazione erano presenti esponenti delle istituzioni pubbliche, leaders politici e il Papa copto ortodosso Tawadros II con una delegazione di vescovi e sacerdoti, che ha sottolineato il significato dell’essere patriarca. 

Digiuno e preghiera per il nuovo Papa

Monsignor Ibrahim Ishac patriarca della chiesa Copta cattolica annunzia che  dal 28 febbraio fino al 3marzo sarà tempo di digiuno e preghiera per la chiesa cattolica in Egitto, in vista dell’elezione del nuovo Pontefice. Siamo tutti unite nella preghiera per il bene della chiesa universale.  

Consiglio delle Chiese cristiane in Egitto

I massimi rappresentanti delle confessioni cristiane presenti in Egitto si sono riuniti lunedì 18 febbraio 2013 presso la cattedrale copta ortodossa di san Marco, nel quartiere cairota di Al- Abbasiya, per sottoscrivere gli statuti del Consiglio nazionale delle Chiese cristiane. Alla riunione fondativa del nuovo organismo hanno partecipato i capi delle 5 diverse compagini ecclesiali presenti in Egitto: il Patriarca copto-ortodosso Tawadros II, quello copto cattolico Ibrahim Isaac Sidrak e Theodoros II, Patriarca greco-ortodosso di Alessandria.

Il neo eletto Consiglio, che non ha avrà un profilo strettamente politico promuoverà iniziative comuni sia sul piano socialeche culturale e non potrà certo esercitare autorità vincolante sulla vita interna delle singole Chiese.

I diversi rappresentanti nella loro dichiarazione hanno affermato "l'unità è di estrema importanza nel perseguire la missione della Chiesa testimone di Cristo".

Sostegno

banner iuniores

Vocazioni

rivista

Rivista

Contatti

ITALIA
Via Giuliano da Sangallo, 2
59016 Poggio a Caiano (PO)
+39 055 87775210

 

EGITTO
Street 7 n. 30
El Maadi Cairo
+20 223588422

ISRAELE
St. Catherine's  - Franciscan Monastery
P.O.B. 588, 91001 Jerusalem
+970 22776172

BRASILE
Rua Montagna, 2679  Bairro Areias
64027.672 Teresina
+55 8632270724

SRI-LANKA
1/13 Tudella   Ja-Ela
+94 112232403